Gli italiani come hanno reagito alla crisi?

La crisi ha portato con sé una grande ventata di incertezza. Gli italiani sono stati colpiti nel profondo, molti di noi non sanno più come arrivare alla fine del mese. Le famiglie sono entrate in crisi così come i giovani non riescono a farsi spazio nel mondo del lavoro.

Questo clima di delusione e arrendevolezza ha portato gli italiani a ricorrere sempre di più all’aiuto della cartomanzia e dei cartomanti in generale. Di fronte a un futuro così poco certo, la popolazione sente il bisogno di un appoggio stabile e di qualche consolazione. Credere che si possa predire il futuro e si possa conoscere come sarà la nostra situazione economica è di aiuto per tantissime persone che hanno perso la loro fiducia nel futuro.

Sicuramente le persone continuano ancora ad affidarsi alla cartomanzia per risolvere situazioni legate alla sfera sentimentale e all’amore in generale. Ma accanto a questi temi classici, ora molto gettonate sono anche le domande legate al lavoro e alla sfera economica. Le persone si chiedono come sarà il loro futuro lavorativo e hanno bisogno di sentirsi rassicurate in qualche modo.

I recenti sondaggi hanno dimostrato come il numero di persone che si affidano alla cartomanzia sia notevolmente aumentato nel corso degli anni. Nell’ultimo anno ben 13 milioni di italiani hanno chiesto l’aiuto di cartomanti o maghi, cifra decisamente elevata. Sicuramente tra i fattori che hanno determinato questo grande successo c’è la crisi.

Le persone hanno paura del futuro, hanno perso la fiducia nel presente e vorrebbero solo essere rassicurante. La crisi ha avuto un brutto effetto sugli italiani anche da un punto di vista emotivo. L’idea che esistano delle persone in grado di rispondere alle nostre domande sul futuro, sembra sicuramente molto rassicurante. La mancanza di serenità e certezze ha sicuramente influito sulle scelte degli italiani negli ultimi anni.

Be the first to comment on "Gli italiani come hanno reagito alla crisi?"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*