Assicurazione agevolata per auto e moto storiche

Alcune auto sono entrate nella storia, hanno avuto un successo tale da rappresentare la cultura, la storia e il modo di vivere di un determinato periodo, è successo soprattutto negli anni del boom economico con auto che sono diventate vere e proprie icone come la mitica Fiat 500. In tempi più recenti la stessa sorte è toccata ad alcuni modelli Lancia, Alfa, BMW. Per queste auto sono previste agevolazioni sulle assicurazioni RCA e sul bollo auto. Ecco cosa devi sapere se hai una vecchia auto ancora funzionante.

La prima cosa da sottolineare prima di approfondire il discorso sulle assicurazioni auto storiche è che occorre distinguere tra veicoli storici e veicoli d’epoca. Le auto d’epoca sono quelle che hanno caratteristiche originali, cioè previste dal costruttore fin dal loro primo ingresso sul mercato, e che hanno avuto la prima immatricolazione da più di 20 anni. Le auto storiche, invece, sono quelle immatricolate da più di 30 anni. Questa tipologia di veicolo può essere assicurata, ma anche se molti non lo sanno, in realtà non possono circolare normalmente in quanto sono previste limitazioni, infatti, questi veicoli possono circolare solo per recarsi alle manifestazioni e tornare indietro. Lo stesso discorso vale per le assicurazioni moto storiche.

Come fare per ottenere i benefici dell’assicurazione auto storica? La prima cosa che devi fare è iscrivere la tua auto all’ASI (Auto Storiche Italiane), la stessa procedura è prevista per le moto, ma in questo caso è necessario iscriversi alla FMI (Federazione Motociclistica Italiana). L’ASI attualmente non è presente con proprie sedi in tutta Italia, ma è possibile procedere all’iscrizione anche attraverso club federati. L’iscrizione all’ASI ha un costo annuo di 41 euro. Per legge, invece, deve esservi una differenza di almeno 100 euro tra il costo dell’iscrizione all’ASI e quello dell’iscrizione ad un club federato.

Basta avere un veicolo di almeno 30 anni per ottenere i benefici assicurazione auto e moto storiche? No, non è così perché il veicolo deve superare una valutazione eseguita secondo criteri molto dettagliati. Per ottenere la registrazione ASI, utile a stipulare la polizza auto storica, occorre presentare la carta di circolazione da cui emerge la data di immatricolazione, il certificato di proprietà/ foglio complementare, documenti di riconoscimento del proprietario. Il veicolo sarà sottoposto ad esame e non devono risultare sul veicolo pezzi meccanici o di carrozzeria non originali. Occorre produrre foto dell’auto, di queste una deve avere come obiettivo il numero del telaio che deve essere corrispondente a quello presente sulla carta di circolazione.

Oltre all’iscrizione nel registro delle auto storiche è possibile ottenere anche il certificato d’identità. In questo caso sarà possibile non solo avere benefici fiscali e sulla polizza, ma anche il diritto di partecipare alle manifestazioni ASI. Per ottenere questo importante riconoscimento è necessario che l’auto abbia colori corrispondenti a quelli utilizzati dalla casa costruttrice dell’auto, gli interni e la parte motoristica devono essere quelli presenti al momento dell’immatricolazione e dichiarati dal produttore. Il certificato di identità si materializza sotto-forma di una targhetta in ottone. La pratica ha però un costo di circa 100 euro.

Un’altra particolarità è data dalla copertura prevista, infatti la maggior parte delle assicurazioni auto storiche prevede la copertura solo dei danni arrecati a terzi durante la circolazione. Le compagnie sono piuttosto restie, invece, a stipulare polizze per la copertura di ulteriori eventi, quali furto e incendio. Ovviamente è possibile chiedere polizze specifiche a copertura anche di tali eventi, ma i costi potrebbero essere piuttosto alti. L’assicurazione per la responsabilità civile sulle auto storiche comunque ha visto aumenti negli ultimi anni a causa dell’incidenza sempre più elevata di sinistri.

Per ottenere assicurazioni auto storiche è necessario che il proprietario abbia compiuto 23 anni di età. Le condizioni economiche per assicurare questa tipologia di veicolo sono diverse rispetto a quelle normalmente applicate. Per le assicurazioni auto storiche non si applicano i sistemi di calcolo del premio solitamente utilizzati. Vi è una classe di merito fissa, non soggetta al meccanismo bonus/malus. Questo consente di avere un premio più basso. Per le auto storiche regolarmente iscritte all’ASI è prevista anche la guida libera, cioè la vettura può essere guidata da chiunque senza che ciò comporti un aumento del costo.

Ulteriori vantaggi sono possibili per i collezionisti, o per coloro che pur non potendo essere considerati tali possiedono più di un veicolo con le caratteristiche indicate in precedenza. In questo caso è possibile stipulare la polizza garage. Si tratta di un contratto che comprende tutte le vetture del parco auto, ad un prezzo vantaggioso. Anche nel caso delle polizze auto storiche non è possibile indicare prezzi precisi perché ogni compagnia, in applicazione del principio di libera concorrenza può determinare in modo autonomo i costi. In ogni caso puoi usare i comparatori online per stipulare la tua assicurazione auto storica. Anche in questo caso il preventivo ha validità di due mesi.

Be the first to comment on "Assicurazione agevolata per auto e moto storiche"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*